Teatro di Rifredi

Pupi e Fresedde Teatro di Rifredi

UNO, NESSUNO E CENTOMILA… PIRANDELLO

conferenza spettacolo di Angelo Savelli
da Luigi Pirandello
relatore Andrea Bruno Savelli
consulenza del Prof. Paolo Puppa
con Mauro D’Amico, Lidia Castella e Olmo De Martino
durata: 120 minuti (atto unico)

Lo spettacolo

Questa conferenza-spettacolo affronta in maniera essenziale ma esaustiva i momenti principali della vita e delle opere di Luigi Pirandello attraverso le due lenti deformanti della sua poetica artistica: l’umorismo e l’ipocrisia.
Attraverso l’umorismo – a cui l’autore dedica uno specifico saggio - Pirandello riesce a raccontarci in maniera originale la complessità dell’individuo contemporaneo e la sua crisi d’identità, inserendola nel più generale contesto culturale europeo dell’inizio del ventesimo secolo, che vede – con Darwin, Freud, Marx e Einstein – la messa in discussione delle rassicuranti certezze tradizionali a proposito dell’oggettività del mondo e dell’integrità psicologica dell’individuo. L’umorismo che - come il cubismo - inserisce schizofrenicamente più punti di vista contemporanei sullo stesso oggetto, sembra allora diventare uno dei pochi modi possibili per raccontare questo disorientato uomo contemporaneo.
Attraverso l’ipocrisia, Pirandello non solo compie un’opera di feroce critica sociale ma scompagina i confini tra verità e finzione, tra realtà e teatro, dando vita a quell’epocale rivoluzione drammaturgica (il teatro nel teatro) che gli farà conquistare il Nobel per la letteratura. Questa visione profondamente disincantata e complessa del mondo e del teatro, è in parte determinata da alcuni amari snodi della biografia di Pirandello, a cui si fa brevemente cenno.
La conferenza-spettacolo, dopo aver proposto in maniera piana e piacevole, brani di novelle e di spettacoli pirandelliani (“La patente”), si conclude, mettendo in scena una sintesi dell’ultimo grande romanzo di Pirandello del 1926: “Uno, nessuno e centomila”, l’umoristica tragedia di un uomo qualunque che una mattina guardandosi allo specchio scopre di avere il naso storto e finisce al manicomio.

Contenuti