Teatro di Rifredi

PUPI E FRESEDDE - TEATRO DI RIFREDI

TEBAS LAND

di Sergio Blanco
traduzione e regia di Angelo Savelli
con Ciro Masella e Samuele Picchi

Lo spettacolo

Prima assoluta in esclusiva per l'Italia


Dopo essere stato messo in scena a Buenos Aires, Santiago del Cile, Lima, Montevideo, Rio de Janeiro, Madrid e Londra, il testo nella prossima stagione sarà in scena anche a Barcellona, Oslo, Stoccolma, Parigi, Mosca, Atene, New York, Lima, Tokio, Berlino, e Istanbul.


Prendendo come tema centrale la figura reale, letteraria, mitologica e psicoanalitica del parricida, il drammaturgo franco-uruguaiano Sergio Blanco ha scritto "Tebas Land", un'opera ispirata al mito leggendario di Edipo, alla vita del martire San Martino e a un fatto di cronaca giudiziaria, creato e immaginato dallo stesso Blanco, il cui protagonista è un giovane parricida chiamato Martino.
A partire da una serie di colloqui - che si svolgono in prigione, in un campetto di pallacanestro circondato da una gabbia - tra il giovane parricida e il drammaturgo che vorrebbe portare in scena la storia del ragazzo - "Tebas land" a poco a poco si allontana dalla ricostruzione giornalistica del crimine per soffermarsi (come in "A sangue freddo" di Truman Capote) sulla relazione che si instaura tra lo scrittore e il detenuto e sulla possibilità e ambiguità di poter trasporre correttamente la realtà in una creazione artistica. Nel momento in cui entra in gioco anche un giovane attore chiamato a interpretare il ruolo di Martino, è la stessa funzione e specificità del teatro che viene messa in discussione come in uno spettacolo pirandelliano. Quest'opera fonde magnificamente l'emozione, la poesia e la passionalità del racconto di una terribile tragedia familiare con la lucidità e l'astrazione di una acuta riflessione sul linguaggio e la comunicazione.

Contenuti