Teatro di Rifredi

PUPI E FRESEDDE - TEATRO DI RIFREDI

L’ULTIMO HAREM

uno spettacolo di Angelo Savelli
ispirato ai racconti de “Le mille e una notte” e di Nazli Eray

con Serra Yilmaz, Valentina Chico, Riccardo Naldini

scene e costumi di Mirco Rocchi
luci di Roberto Cafaggini

Lo spettacolo

Una sera del 1909 a Istanbul, alla vigilia della chiusura degli harem, una seducente favorita circassa attende l’incerta visita del sultano, ingannando l’attesa con il racconto di storie fantastiche. Quasi cent’anni dopo, una dimessa casalinga sogna improbabili fughe dalla prigione del suo indecifrabile malessere quotidiano.
"L'ultimo Harem" non è uno spettacolo che si va a vedere; lo si viene a respirare al Teatro di Rifredi in una ormai codificata liturgia teatrale che ogni sera ha qualcosa di magico e unico. Accomodato, tra tappeti e cuscini, intorno alla scena (marmo di Carrara a terra e piastrelle della Ceramica Chini al centro) il pubblico è immerso in un'atmosfera sensuale fatta di profumi, vapori e musiche esotiche, per poi essere catapultato in una contemporaneità ricca d’ironia. Un incanto che si è ripetuto per oltre dodici anni e che ancora non accenna a tramontare grazie al bel testo che Angelo Savelli ha tratto dai racconti  de “Le mille e una notte” e della scrittrice turca Nazli Eray e soprattutto grazie alla straordinaria interpretazione di un collaudato terzetto di attori: la magnetica Serra Yilmaz e gli eccellenti Valentino Chico e Riccardo Naldini.

Contenuti