Teatro di Rifredi

pupi e fresedde - teatro di rifredi

I PROMESSI SPOSI

ovvero: questo spettacolo non s'ha da fare

riduzione teatrale da Alessandro Manzoni di Angelo Savelli
regia di Angelo Savelli e Ciro Masella
con Federico Calistri, Olmo De Martino,
Antonio Lanza, Fabio Magnani, Simone Marzola,
Diletta Oculisti, Elisa Vitiello
musiche di Federico Ciompi
assistenti alla regia Pietro Grossi e David Cintolesi

Lo spettacolo

Manzoni - non a caso conoscitore di Shakespeare e di Molière - ha nascosto nel suo monumentale romazo storico “I Promessi Sposi” una deliziosa commedia: o meglio due. La prima è la commedia della gente semplice, quasi una “commedia dell’arte” in cui due umili innamorati cercano tra mille peripezie di fare la cosa per loro più naturale: sposarsi. La seconda è la commedia delle umane passioni, una commedia filosofica, dove un’intera umanità di umili e di signori, di buoni e di cattivi, di galantuomini che aspirano a far del bene senza riuscirci e di malvagi che s'ingegnano a far del male senza riuscirci, arranca, tra gli accidenti della Storia, verso un approdo dove solo un occhio esterno ed imperscrutabile – la Provvidenza? il Caso? - distribuisce premi e punizioni.
Una fresca compagine di giovani attori cerca adesso di scrollar via un po' di timorosa soggezione dalle pagine di questo meraviglioso affresco storico e di riproporlo, con molto rispetto ed ammirazione, in una spigliata riduzione teatrale all'insegna di una delle più originali ma spesso ignorate peculiarità del capolavoro manzoniano: l'ironia.

Contenuti