Teatro di Rifredi

FESTIVAL DI TODI- I DUE DELLA CITTA’ DEL SOLE S.R.L | GOLDEN SHOW SRLCR TRIESTE

GRISÉLIDIS

MEMORIE DI UNA PROSTITUTA

di Coraly Zahonero
dagli scritti e le interviste di Grisélidis Réal
(traduzione di Serra Yilmaz e Alberto Bassetti)
con Serra Yilmaz
sax solista e musiche di Stefano Cocco Cantini
regia Juan Diego Puerta Lopez
impianto scenico Pier Paolo Bisleri - costumi Caterina Nardi - luci Marco Macrini

Lo spettacolo

Uno spettacolo di toccante attualità. Tutto nasce dalle memorie della prostituta franco-svizzera Grisélidis Réal, che si impegnò per la legalizzazione della prostituzione in Svizzera e per i diritti delle prostitute francesi. Grisélidis, fu autrice di libri, pittrice ed energica attivista e fece della prostituzione un’arte, un umanesimo e una scienza, trasformando l’autodistruzione in una sottile ed eclatante vittoria. Questa è la sua storia.
Ad adattarla per il teatro è stata Coraly Zahonero, prestigiosa attrice della Comédie-Française, sulla base di interviste e testi di Grisélidis Réal. Il testo - grande successo nei festival e teatri francesi - illustra, in modo crudo e realista, l’approccio del cliente con una prostituta, dove la protagonista unisce l’umiliazione della donna a quella dell’uomo in uno spaccato psicologico e umano di raro verismo. Adesso, la nostra beniamina Serra Yilmaz, donna, attrice ed intellettuale cosmopolita, lo interpreta con passione e spudoratezza, dividendo la scena con il bravissimo sassofonista Stefano Cocco Cantini, anche autore delle musiche originali.

beko.jpg

Contenuti