Teatro di Rifredi

OPUS BALLET | diretta da Rosanna Brocanello

BOLERO E GAÎTÉ PARISIENNE

Musica Maurice Ravel e Jacques Offenbach

coreografie e regia Loris Petrillo
maÎtre de ballet Bruno Milo
assistente alle coreografie Maria Vittoria Feltre

danzatori Boris Desplan, Lorenzo Di Rocco, Giuseppe Iacoi,
Gian Marco Martini Zani, Riccardo Papa, Marco Purcaro, Gabriele Vernich, Luca Zanni

costumi ideati da Loris Petrillo e realizzati da Opificio della Moda e del Costume
disegno luci e direzione tecnica Alessandro Ruggiero

Lo spettacolo

Loris Petrillo, coreografo internazionale dal forte segno fisico, mette in relazione due grandi classici del repertorio ballettistico, estrapolandoli dalla loro collocazione storica e restituendone una lettura contemporanea al centro della quale stanno i corpi maschili; corpi che si mettono al servizio della sua danza, potente, poetica e ironica.
Lo spettacolo è un gioco di ritmi e di intrecci, un lavoro coreografico dove la figura maschile si staglia al centro come collante, misura e ipotesi di una danza sempre più carnale. L’uomo, gioca e descrive una contemporaneità che non ha più etichette, dove la diversità non esiste, dove si può indossare una maschera di forza e di eleganza e di ironia passando dal corpo maschile, senza per questo tradire il senso dell’opera ma piuttosto lasciando all’opera la possibilità di farsi leggere e raccontare, aprendo a una riflessione più estesa sulla sessualità e sulla capacità di un corpo di essere ben più di un corpo.
La riuscita dello spettacolo è anche dovuta all'efficace scelta degli 8 straordinari danzatori, estremamente diversi per caratteristiche tecniche, fisiche e percorsi formativi che spaziano dalla danza accademica, all’Hip Hop: urlano e sussurrano, fluttuano e si aggrovigliano in un dosato mix di parole e danza. E nello strepitoso, esilarante Can Can finale si liberano degli abiti per mostrarsi in uno scintillante perizoma sublimando la centralità fisica della loro danza.

Contenuti