Teatro di Rifredi

Arca Azzurra Teatro

BENVENUTI IN CASA GORI

di Ugo Chiti e Alessandro Benvenuti
regia Alessandro Benvenuti
con Alessandro Benvenuti

Lo spettacolo

Uno spettacolo che è diventato l'icona di una toscanità rabbiosa e dolente incarnata dai dieci commensali di un disastroso pranzo di Natale.

Alessandro Benvenuti: “Scrivi quattro righe strepitose per presentare l’ennesimo ritorno di Benvenuti in casa Gori nel nostro Teatro di Rifredi”, mi scrive Giancarlo Mordini. Quattro righe dunque… per dire che i Gori nacquero dall’idea di un urlo come finale di uno spettacolo. Quell’urlo era la mia rabbia di vedermi precipitato sull’orlo di un fallimento artistico ed esistenziale senza capirne le ragioni e dopo essere stato, assieme ai miei colleghi Athina e Francesco, uno degli artisti più amati e seguiti di quegli anni. Una situazione molto vicina alla morte. La disperazione cieca che si ha quando si perde una guerra senza capire chi è il nemico contro cui si sta combattendo. I Gori furono la mia riscossa, rinascita, vittoria… contro me stesso. E forse è questo il motivo per cui tanta gente li ama e tramanda questo sentimento di padre in figlio. Ognuno di noi nasce con un naso che sa riconoscere al volo quando un’opera ha il sapore della vita. Questo è il segreto semplice di Benvenuti in casa Gori.

Contenuti